L’icona in legno che rappresenta il Santo su uno sfondo dorato è copia di una antica e raffinata icona bizantina fatta su tela da esperti agiografi, con l’esclusiva conoscenza della serigrafia di alta qualità. È rifinita a mano da tecnici specializzati nella lavorazione del legno, trattato con cera d’api.

L’Arcangelo Gabriele, «colui che sta al cospetto di Dio», è l’angelo dell’annunciazione, resurrezione, pietà, vendetta, morte e rivelazione. Protettore delle comunicazioni, dei postini, degli ambasciatori, dei giornalai e, in generale, di chiunque “porta notizie”. Una delle sue missioni è anche quella di far maturare i frutti. Egli è lo scriba celeste, inoltre rivela la profezia dei sogni profetici. Alcuni cristiani del Sud America lo considerano anche il patrono degli scrittori.

Ricorrenza: 29 settembre

Patronato: Diplomazia e comunicazione, Telecomunicazioni, Lavoratori delle poste e dei tele

Etimologia: Gabriele (come Gabrio e Gabriella) = uomo di Dio, dall’assiro o forza, fortezza